Come funziona il Metodo della Favorita

metodo della favorita

Quando si parla di scommesse sportive, ci sono tanti metodi e strategie diverse da poter mettere in atto per aumentare le probabilità di vincita. C’è chi investe molto tempo nell’analizzare questi sistemi per poter trovare quello che funziona meglio, ma non è affatto facile. Alcuni metodi ti danno modo di gestire meglio il budget, altri invece sono molto rischiosi, altri ancora più semplici e strategici. E’ ovvio che chi ha da poco iniziato a scommettere dovrebbe optare per metodi semplici ma efficaci, tenendo un rischio molto basso. Tra i tanti metodi in circolazione troviamo anche il metodo della favorita (o scala pura 1X2 – 2X1), utile per poter vincere le giocate in singola.

Si tratta di una tecnica di betting particolare e innovativa, che fa leva su due aspetti in particolare: quota reale e allibramento. Ma vediamo come si può utilizzare al meglio questa tecnica, anche se non si è scommettitori esperti.

Scala Pura 1X2 (o 2X1): Per chi ama giocare in singola

Il metodo della favorita è perfetto per chi preferisce giocare scommesse singole, ma può tornare abbastanza utile anche a chi piazza spesso multiple. Il procedimento è abbastanza semplice da applicare: bisogna individuare quelle partite che presentano una quota reale e una quota offerta dal bookmaker che unite vadano a formare una Scala Pura. La favorita deve avere come secondo segno più quotato il risultato X. Esempio: 1 – X – 2 o 2 – X – 1. Per capirlo dobbiamo analizzare bene le quote:

• la prima quota più bassa deve essere 1 o 2;
• la seconda quota più bassa deve essere X;
• la terza quota deve essere il segno opposto alla favorita.

Può sembrare difficile, ma è più facile giocare questo metodo che spiegarlo. Se si capisce bene come funziona può diventare davvero molto utile, dato che è possibile capire quali sono le partite in cui non si dovrebbe verificare nessun imprevisto.

Quando la quota della favorita è statistica e vediamo che il bookmaker offre un valore nella media, possiamo valutare di utilizzare la giocata fissa. In questo caso è importante l’allibramento, che dovrebbe essere per il 50% a favore della favorita. Esistono però altri casi oltre alla Scala Pura che possono tornaci utili, andiamo a vederli nello specifico.

BookmakerBonusRecensioneVisita
1100% fino a 50€Leggi OraPiù Info

Scala Impura e No Scala

Non sempre è possibile sfruttare la scala pura nel metodo della favorita, e quando non succede dobbiamo trovare un’altra soluzione. Le altre possibilità potrebbero essere la Scala Impura e la No Scala, un po’ più pericolose.

Per trovare la Scala Impura bisogna individuare le partite in cui il secondo segno con quota più bassa non sia X, ma l’esito opposto alla vincita della favorita. Esempio: 1 – 2 – X o 2 – 1 – X. In questo caso l’esito meno probabile è il pareggio.

La No Scala in realtà non è una vera e propria strategia, ma più una negazione, come dice il termine. Comprende quelle partite in cui non c’è corrispondenza tra la quota offerta dal bookamaker e quella della quota reale. Esempio: la quota offerta dal bookmaker è 1 X 2, mentre la quota reale è 1 2 X. In realtà queste sono le partite che si possono trovare più frequentemente, bisogna vedere se vale la pena effettuare questo ragionamento oppure no.

Metodo della Favorita: Riassunto

Abbiamo esaminato le 3 scale che si possono ottenere con il metodo della favorita. In sintesi, possiamo riassumere il concetto così:

Scala Pura: il bookmaker e la quota reale prevedono come primo segno la favorita, come secondo segno il pareggio e come terzo segno la perdita della favorita.
Scala Impura: il bookamaker e la quota reale prevedono come primo segno la favorita, come secondo segno la perdita della favorita e come terzo segno il pareggio.
No Scala: il bookmaker prevede una scala che non equivale a quella della quota reale.

La scala pura è ovviamente la più allettante, ma per questo è anche la più rara. Per poter giocare questo metodo, come si può dedurre, è importante fare un’analisi approfondita. Chi scommette costantemente studia sempre le quote, è uno dei fattori più importanti da considerare per aumentare le probabilità di vittoria. Se non si analizzano le quote, si possono fare delle supposizioni ma non saranno mai così precise. Le classifiche e la statistiche spesso non bastano, serve una visione a tutto tondo delle scommesse, del palinsesto e di tutto ciò che può essere utile per fare un ragionamento concreto.

Se vuoi provare ad utilizzare questa tecnica semplice ma efficace, ricordati sempre di scegliere prima un bookmaker affidabile. Accertati che il portale abbia una licenza ADM (vecchia AAMS) certificata e che il sito sia ben fornito di servizi utili agli utenti. E’ importante considerare la sicurezza di un sito ma anche ciò che offre: bonus, promozioni, servizio clienti e tanto altro. Siti come Lottomatica o TotoWinBet garantiscono un’ottima esperienza di gioco e mettono l’utente al primo posto.

BookmakerBonusRecensioneVisita
1100% fino a 100€Leggi OraPiù Info

Lascia un commento