L’utilizzo del ROI nelle Scommesse Sportive

roi scommesse
Con la sigla ROI si fa riferimento al Return On Investment. Quest’ultimo rappresenta un concetto nato all’interno del mondo finanziario e si riferisce al ritorno economico che ci si aspetta, in genere, dopo aver fatto un investimento. Tale espressione viene attualmente utilizzata all’interno del mondo delle scommesse sportive per valutare quanto un giocatore sia effettivamente capace o meno. Tale concetto valuta, dunque, quanto un giocatore sia bravo o meno a scommettere.

Ogni giocatore punta importi diversi dagli altri giocatori. Un giocatore che punta 20 euro su di una scommessa può essere molto più bravo di un giocatore che punta 1000 euro su una singola partita. Il secondo guadagnerà sicuramente molto di più rispetto al primo nell’arco dell’anno, tuttavia ciò che conta realmente è il ritorno per ogni scommessa fatta.

Dunque, a cosa serve il ROI? Il ROI è in grado di aiutare il giocatore a comprendere quanto ha vinto o perso sul suo investimento iniziale. Esso può essere misurato in vari modi, la modalità utilizzata dipende dal contesto all’interno del quale viene utilizzato.

In Scandinavia, per esempio, la formula utilizzata è ROI 106%, tuttavia ne esiste anche una versione decimale che corrisponde a 0.06. A livello di mercato internazionale delle scommesse sportive, invece, si utilizza per lo più la percentuale delle vincite.

Bookmaker Bonus Recensione Visita
1 100% fino a 3000€ Leggi Ora Più Info
2 100% fino a 100€ Leggi Ora Più Info
3 1.000€ Senza Deposito Leggi Ora Più Info
4 100% fino a 1.020€ Leggi Ora Più Info

Come si calcola il ROI e come viene valutato?

Per il calcolo del ROI esiste una formula precisa che corrisponde alla divisione tra vincite totali e turnover. Ma come si valuta il ROI? In linea generale, un buon ROI si colloca oltre il 100% in quanto tale quota corrisponde all’aver vinto più di quanto è stato speso tramite le scommesse sportive effettuate. Sotto il 100% si parla, invece, di un cattivo ROI in quanto, in proporzione a quanto si è investito, si è più perso che guadagnato.

Il ROI varia, solitamente, sulla base dei mercati sui quali il giocatore scommette. Ad esempio, scommettere su mercati più piccoli con un limite basso, di solito consente al giocatore di avere un ROI più alto rispetto a chi, invece, gioca su mercati più grandi con un limite alto. Dunque, se il giocatore riesce ad ottenere un ROI piuttosto alto, dunque sopra il 100%, per un periodo abbastanza lungo e giocando solo in grandi campionati, si può dire che egli sia realmente un ottimo giocatore.

Sono davvero pochi, infatti, i giocatori che riescono a mantenersi vincenti nel lungo periodo nel mondo delle scommesse sportive. Nel breve termine, infatti, è facile risultare capaci, ma soltanto i giocatori davvero bravi riescono a mantenersi vincenti nel corso del tempo.

Bookmaker Bonus Recensione Visita
1 10€  al deposito + €400 extra Leggi Ora Più Info

Come valutare un giocatore

Il numero totale di scommesse messe in atto dal giocatore è fondamentale per valutarne il ROI. Dunque, uno scommettitore con un ROI pari al 102% dopo 3000 scommesse sarà, quindi, un giocatore di gran lunga più bravo rispetto ad un giocatore che possiede un ROI del 120% dopo 150 scommesse. Ma il ROI non è l’unico criterio attraverso cui poter valutare la bravura di un giocatore. Il bravo giocatore, infatti, si distingue dal giocatore occasionale o dal giocatore in grado di vincere solo nel breve termine, per conoscenze e strategie.

Per essere un buon giocatore, infatti, oltre ad avere un buon ROI, è necessario essere in possesso di conoscenze, metodo ed esperienza. Per conoscenze si fa riferimento non soltanto alla conoscenza delle regole del gioco ma anche alla capacità di raccogliere informazioni utili e di utilizzarle per puntare delle buone scommesse. Un bravo giocatore, inoltre, prima di puntare la propria scommessa, cerca di conoscere anche le statistiche relative all’andamento di una determinata squadra o a un determinato giocatore.

Raccogliendo tali informazioni, il giocatore ha la possibilità di formare un quadro chiaro sulle prestazioni di una determinata squadra e, attraverso l’analisi di queste ultime, potrà elaborare il proprio piano scommesse in maniera consapevole assicurandosi la percentuale di vincita maggiore possibile.

Bookmaker Bonus Recensione Visita
1 100% fino a 300€ + 5€ Free Leggi Ora Più Info

Come aumentare le vincite sulle scommesse sportive

Come accennato in precedenza, sono molti i criteri che è possibile utilizzare per valutare la bravura di un giocatore. Tuttavia sono anche molti i metodi utili a massimizzare le vincite e a ridurre le perdite. Tra questi ultimi vi è, sicuramente, la raccolta di informazioni dettagliate su una determinata squadra su cui si intende puntare e sulla squadra avversaria.

Squalifiche di giocatori importanti, infortuni che si sono verificati in incontri precedenti o, semplicemente, periodi di down che caratterizzano il gioco di una determinata squadra in un certo periodo, possono essere informazioni fondamentali di cui è necessario che il giocatore sia a conoscenza prima di puntare la propria scommessa.

In questo senso, prima di puntare la scommessa, potrebbe essere utile raccogliere tutte queste informazioni ed elaborarle tramite specifici programmi informatici, così da ottenere una statistica completa in grado di offrire al giocatore un quadro generale della situazione che possa essergli utile per definire la propria scommessa.

Molto di moda ultimamente sono, inoltre, le scommesse in modalità live. Queste ultime possono costituire un grande vantaggio per il giocatore in quanto gli consentono di puntare delle scommesse a partita iniziata. Il giocatore può, dunque, osservare l’andamento della partita e, solo successivamente, puntare le proprie scommesse.