I rischi del gioco d’azzardo e come evitarli

Per quanto riguarda i rischi del gioco d’azzardo, i bookmaker italiani operano sempre in prima linea per promuovere un comportamento di gioco responsabile, fornendo informazioni dettagliate sulla dipendenza dal gioco, ed offrendo anche diverse soluzioni pratiche su come fare per arginare il fenomeno della ludopatia.

Infatti, non basta utilizzare i vari bonus scommesse o bonus per il casinò online per proteggersi da possibili rischi economici, ma bisogna anche adottare dei comportamenti che nel lungo periodo facciano sì che il gioco rimanga esclusivamente un passatempo, e non si trasformi in una dipendenza patologica.

In questo articolo, quindi, andremo a vedere quali sono alcuni comportamenti a rischio che molti giocatori adottano, ma vedremo anche quali sono le soluzioni proposte dagli operatori di gioco per arginare il fenomeno della ludopatia.

I rischi legati al gioco d’azzardo

Molte persone giocano come passatempo, quindi senza sviluppare un comportamento problematico, ma chi gioca in modo eccessivo, anche influenzato dalle vincite immediate e dalle puntate offerte tramite bonus o free spins per le slot machine, rischia di non riuscire più a controllare i suoi comportamenti e finire per giocare in modo eccessivo, con gravi conseguenze dal punto di vista sociale, psicologico ed economico.

Sulla base dei criteri stabiliti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità relativamente alle dipendenze di vario tipo, la dipendenza patologica dal gioco d’azzardo è classificata come una dipendenza di natura comportamentale, ed è caratterizzata dai seguenti fattori:

  • Desiderio intenso di giocare e sintomi di astinenza quando ciò non è possibile
  • Difficoltà a controllare il proprio comportamento mentre si gioca
  • Necessità di aumentare sempre le proprie puntate per ottenere gli effetti sperati o per cercare di recuperare il denaro perso
  • Preferenza data al gioco rispetto che ad altre attività e doveri
  • Bisogno di continuare a giocare anche se questo produce effetti negativi

Vengono poi indicati anche diversi comportamenti a rischio che una persona può avere, e che segnalano un comportamento di gioco problematico, come ad esempio:

  • Giocare sempre con maggior frequenza
  • Puntare somme di denaro sempre più importanti
  • Mancare ai propri impegni per giocare
  • Mentire alla famiglia e alle persone che stanno accanto alla persona in questione per quanto riguarda il gioco
  • Continuare a giocare nel tentativo di recuperare le perdite subite
  • Reagire in modo irragionevole o aggressivo quando viene menzionato il gioco d’azzardo
  • Minimizzare il problema
  • Agitazione e irritazione quando non si può giocare quanto spesso si vorrebbe o quando non si ha più denaro per giocare
  • Farsi prestare soldi per giocare
  • Non riuscire a rispettare i limiti per le puntate in denaro

Come evitare i rischi del gioco d’azzardo

Nel caso in cui si inizino a sviluppare comportamenti a rischio, molti bookmaker mettono a disposizione dei programmi appositi per promuovere il gioco responsabile, che in genere comprendono i seguenti elementi:

  • La possibilità di impostare un limite di deposito, giornaliero, settimanale o mensile, che può essere impostato dall’utente stesso, ma per aumentare questo limite sarà necessario attendere almeno 7 giorni, mentre la diminuzione del limite ha effetto immediato
  • La possibilità di bloccare l’accesso al portale o a uno dei suoi servizi, per un periodo di tempo limitato che in genere può essere accordato contattando il servizio clienti della piattaforma di gioco
  • Impostare un limite di tempo per una singola sessione di gioco, particolarmente indicato per le slot machine o i quick games, che per la loro struttura possono portare il giocatore a scommettere ingenti cifre in poco tempo
  • Avere sempre a disposizione un riepilogo dei movimenti effettuati sul proprio conto di gioco, in maniera tale da avere un quadro chiaro di quanto si sta effettivamente spendendo e, nel caso, aggiustare i limiti di deposito oppure optare per altre soluzioni. Molti bookmaker, inoltre, offrono anche la possibilità di ottenere un riepilogo settimanale dei movimenti effettuati, delle perdite e delle vincite accumulate nella settimana precedente.
  • L’autoesclusione AAMS, che permette a chi lo richiede di sospendere il proprio accesso da tutte le piattaforme italiane per un periodo di 30, 60 o 90 giorni, oppure in modo permanente, il che significa che sarà necessario attendere almeno 6 mesi prima di poter riattivare il proprio account.
Antonio Morricca