Le scommesse sui gol: come sfruttare le quote a proprio vantaggio

Le scommesse sui gol come sfruttare le quote a proprio vantaggio

In Italia i bookmaker che offrono scommesse sportive sono moltissimi, e il loro palinsesto diventa sempre più ampio man mano che cambiano le tendenze del mondo del betting, e spesso e volentieri è possibile scommettere anche su discipline sportive molto di nicchia, oppure su sport che sono molto popolari in altri Paesi del mondo, ma poco conosciuti in Italia.

Tuttavia, bisogna dire che il re delle scommesse rimane in maniera indiscussa il calcio, e i siti di scommesse italiani offrono davvero moltissimi campionati e leghe minori su cui scommettere, con un’abbondanza di mercati che difficilmente si trova per altri sport. Inoltre, sono moltissimi anche i bonus scommesse che vengono offerti per le scommesse calcistiche, in particolare per partite o competizioni specifiche.

In questo articolo, però, ci concentreremo in modo particolare sui mercati che riguardano i gol, che spesso sono sottovalutati e vengono preferiti i mercati che permettono di scommettere sul risultato finale, ma spesso, invece, scommettere sui gol può rivelarsi una scelta vincente.

I mercati per scommettere sui gol

Se si vuole scommettere sui gol segnati dalle squadre in campo, il mercato principale da prendere in considerazione è quello Gol/No Gol, che prevede di pronosticare se al termine della partita entrambe le squadre avranno segnato almeno una rete oppure no. Se si decide di scommettere sul degno Goal, significa che si pensa che entrambe le squadre segneranno, e non è importante il numero delle reti segnate. Se si punta su No Goal, invece, si pensa che almeno una delle due squadre non realizzerà nemmeno una rete, e quindi una delle due porte rimarrà inviolata, e la scommessa sarà vincente anche se la partita terminerà sullo 0-0.

Per quanto riguarda questo mercato, ci sono anche delle varianti e delle scommesse combo che si possono fare per aumentare le proprie chances di vittoria, e nelle prossime righe vedremo quali sono:

  • Goal/No Goal 1T e 2T: molti bookmaker danno la possibilità di scommettere sul mercato Goal/No Goal non solo relativo all’intera durata della partita, ma anche solamente per uno dei due tempi regolamentari.
  • Combo Goal/No Goal: un’altra possibilità è quella di effettuare delle scommesse combo su questo mercato, e una delle più semplici ed immediate che si possono fare è quella di combinare l’esito di questo mercato sia nel primo che nel secondo tempo, ottenendo così quattro esiti possibili: Goal/Goal, No Goal/No Goal, Goal/No Goal, No Goal/Goal.
  • Risultato finale 1X2 + Goal/No Goal: una delle combinazioni che vengono effettuate più di frequente è quella che prevede di unire la scommessa sul risultato finale della partita a quella sul segno Goal o No Goal, e per vincere questa scommessa sarà necessario che entrambi i mercati siano pronosticati correttamente.
  • Goal/No Goal + Under/Over: in questo tipo di scommessa sarà necessario anche pronosticare se il numero di reti segnate sarà superiore o inferiore ad un certo valore deciso dal bookmaker stesso.
  • Doppia chance in/out + Goal/No Goal: anche questa scommessa si presenta come una combinazione di due mercati, e il mercato doppia chance permette di avere più possibilità di vittoria, anche se a quote più basse. Anche in questo caso, gli esiti possibili sono 4: 12 + Goal, 12 + No Goal, X + Goal, X + No Goal.

Queste sono le varianti principali che si possono trovare per quanto riguarda i mercati sui gol segnati dalle squadre, ma ogni bookmaker può fare delle proposte diverse, e sta al giocatore scegliere quella più conveniente. Inoltre, questi mercati sono disponibili anche per le scommesse live, e in questo caso è molto utile considerare questo mercato, perché le quote man mano che i minuti passano possono diventare sempre più interessanti.

Per scommettere correttamente sui gol, inoltre, ci sono diversi elementi che bisogna tenere in considerazione, vediamone alcuni:

  • Analizzare sempre le statistiche relative alle squadre e ai giocatori in campo, tenendo conto di eventuali sostituzioni o infortuni
  • Valutare il terreno e le condizioni metereologiche
  • Analizzare le ultime prestazioni degli attaccanti in campo
  • Analizzare la difesa delle due squadre
  • Tenere in considerazione il livello del match, la posta in gioco, e la motivazione dei giocatori.
Antonio Morricca