Metodo dei Tre Percorsi per scommesse sportive

metodo dei tre percorsi

Come tutti sanno, non esiste un metodo infallibile per piazzare una scommessa sportiva. Ovviamente, un sistema tale non può esistere, sia perchè l’intero settore non avrebbe senso altrimenti se esistesse un metodo per vincere sempre, sia perchè per quanto si possa cercare di analizzare i dati con scrupolosità, la fortuna gioca sempre un ruolo che non è possibile in alcun modo calcolare, non essendo un dato discreto nè concretamente osservabile.

Esistono però, grazie al progresso tecnologico, ed alle formule matematiche su cui ormai questo settore si basa, molti sistemi che permettono al giocatore di fare delle puntate con livelli di rischio minimi, in modo da essere sicuri di non finire al verde a causa di una giocata particolarmente sfortunata. Tra questi sistemi, uno dei più apprezzati è senza dubbio il metodo dei Tre Percorsi. Come tutte le logiche secondo cui funzionano i metodi di scommessa, anche il metodo dei tre percorsi non è infallibile, ma presenta numerosi vantaggi ai giocatori.

In questa guida verranno analizzati i punti di forza e di debolezza di questo modello matematico, cercando di capire sia i vantaggi che gli svantaggi. Nel prossimo paragrafo, innanzitutto, verrà descritto nel dettaglio il funzionamento del metodo dei tre percorsi.

Il metodo dei Tre Percorsi – Come funziona

Come si può evincere dal nome, la tecnica dei tre percorsi consiste nel creare tre percorsi di scommessa, che procedano in maniera parallela l’uno all’altro, in modo tale da minimizzare i rischi di perdita di ogni scommessa individualmente. Le giocate successive alla prima, inoltre, sono studiate in modo da avere l’opportunità di raddoppiare il capitale ad ogni passo del percorso. A prima lettura, questo metodo potrebbe sembrare complicato, ma analizzando passo per passo un caso particolare scelto ad esempio, anche chi è alle prime armi può comprenderne la logica di base.

Supponendo dunque di voler scommettere un valore convenzionale di 30, è necessario dividere in tre parti il capitale totale, ottenendo tre “sottocapitali” da 10. A questo punto, bisogna selezionare 9 pronostici su qualsiasi tipo di sport o disciplina si desideri. Questi pronostici, solitamente, devono avere delle quote medie intorno all’1.25. Bisogna quindi comporre tre schedine, ovvero scommesse multiple, da tre eventi l’una, comprendo tutte le combinazioni senza effettuare ripetizioni. A questo punto bisogna aspettare l’esito delle scommesse, e ci sono 4 scenari possibili, i quali determinano i passi successivi al primo.

Cosa fare dopo la prima scommessa

Come detto in precedenza, vi sono quattro possibili scenari. Nel primo caso, il giocatore ha vinto tutte e tre le schedine. Ciò vuol dire che dal capitale iniziale di 30 euro si è raggiunto il valore di 60. A questo punto, per continuare a seguire il procedimento, bisogna raddoppiare la scommessa su tutti e tre i percorsi, su altrettante schedine parallele. Nel secondo caso, sono solo due su tre le puntate vittoriose. Il giocatore deve quindi fermare uno dei due percorsi vittoriosi, e raddoppiare il valore scommesso sull’altro. In questo modo, una parte del capitale guadagnato, ed una parte reinvestito secondo la logica del metodo dei tre percorsi. Il terzo caso prevede che soltanto uno dei percorsi risulti vittorioso.

In questo scenario, che è piuttosto sfortunato ma abbastanza improbabile, è necessario fermare il percorso rimanente, salvando i due terzi dell’investimento iniziale (20 su 30). Infine, nella sfortunatissima eventualità di non vincere in nessuno dei tre percorsi, al giocatore toccherà ripetere il procedimento da capo se vuole ritentare. In molti scelgono di raddoppiare, in questo caso, il capitale investito per cercare di recuperare almeno in parte il valore perso in precedenza. Per procedere secondo la logica, bisogna semplicemente continuare a seguire il procedimento raddoppiando volta per volta il valore scommesso, o fermandosi quando è richiesto.

Quali sono le probabilità di vittoria con questo

In molti si potrebbero a questo punto chiedere: quanto è effettivamente conveniente seguire questo metodo per cercare di effettuare scommesse vincenti?

Per capire l’effettiva efficacia di questo modello, basta analizzare le probabilità con le quali i vari scenari descritti nel paragrafo precedente possono presentarsi. Ovviamente, un esperto nel settore scommesse ha più probabilità di vincere rispetto ad uno scommettitore alle prime armi, questo sia a causa dell’esperienza che grazie agli studi approfonditi delle statistiche, in questa guida verrà dato uno sguarda dal punto di vista di un giocatore mediamente informato.

Al primo livello della scomessa, la probabilità di indovinare tutte e tre, o anche solo due delle puntate effettuate è del 60%. In particolare, la possibilità di vincere su tre percorsi si aggira tra il 10% ed il 15%, mentre quella di vincere su due è tra il 45% ed il 50%. Le eventualità sfortunate hanno, dunque, soltanto il 40% di possibilità di proporsi, ed anche in questo caso, nel 30-35% delle volte almeno i due terzi della puntata vengono recuperati. Il capitale viene quindi perso completamente soltanto nel 10-15% dei casi. È per questo che molti appassionati utilizzano il metodo dei tre percorsi per piazzare le proprie scommesse sportive. Per ulteriori informazioni su dove poter informarsi nel campo del betting, è possibile visitare il nostro sito web. Troverete informazioni sui migliori bookmaker in circolazione per il betting online, in una lista stilata secondo i canoni di riguardo verso l’utenza, ed affidabilità e qualità del servizio offerto.

Molti bookmaker, inoltre, offrono dei premi di benvenuto a chiunque si avvicini per la prima volta al mondo del betting, per maggiori informazioni potete visitare la nostra sezione Bonus Scommesse.

Antonio Morricca